Browser tante novità in arrivo

Visite: 36

Browser tante novità in arrivo , i protagonisti principali sono Safari, Chrome e Edge, estensioni, applicazioni e non solo. 

Negli ultimi mesi, dall’arrivo del nuovo Edge, il mercato browser si è iniziato a muovere in maniera preponderante, tante novità e miglioramenti. 

Nell’ultima WWDC è passata inosservata la presentazione di un nuovo aggiornamento anche per Safari, l’aggiornamento che arriverà in contemporanea con l’aggiornamento a MacOS BigSur permetterà a Safari di utilizzare anche le estensioni di Chrome, Apple avrà filo da torcere con le estensioni di Chrome che a volte hanno problemi di sicurezza, Apple potrebbe continuare una collaborazione con Google per diminuire le estensioni malevoli, rendendo per tutti più sicuro l’utilizzo di Chrome. Apple ha deciso di impedire alcune funzioni, al momento per prevenzione, in modo da essere più sicuro l’utilizzo del browser. 

Firefox e Chrome hanno deciso di unirsi alla decisione di Apple, di ridurre il tempo del certificato HTTPS a 398 giorni, per i servizi di Mozilla e di Google la funzione sarà attiva dal primo settembre 2020. 

Edge sta lavorando nel miglioramento del drag and drop, infatti molto spesso trascinando un file per l’upload capita che il browser apra il file, qualora non fossimo abbastanza precisi, per questo Microsoft in collaborazione con Google ha introdotto direttamente su Chromium la possibilità di aprire il file in una nuova scheda e non più in quella corrente evitando perdite di tempo ed eventuali perdite di dati. Proprio per l’azione diretta su Chromium questo aggiornamento arriverà su Chrome, Edge e Opera. 

Introdotto direttamente da Windows, Edge punta a ridurre l’utilizzo della RAM di ben il 27%, questa funzione potrà essere utilizzata anche dagli altri browser con Chromium, infatti migliora il dialogo tra Chromium e Windows. 

Chrome è al lavoro su due versioni l'84 e l’85 che introdurranno diverse novità. 

Nella versione 84 per migliorare la sicurezza dei propri utenti, Chrome minimezzerà automaticamente il popup che chiede di attivare le notifiche. Oltre a questo il browser avviserà l’utente qualora il sito stia cercando di ottenere dei permessi troppo intrusivi, questo messaggio comparirà anche nella versione mobile. Per i proprietari dei siti sarà disponibile una pagina dove visualizzare se il loro sito è stato segnalato. Tornerà il sistema di tracciamento SameSite dei cookies che permetterà di diminuire il numero di cookies da scaricare, la funzione era stata introdotta a febbraio per poi essere rimossa onde evitare problemi con i vari siti durante la pandemia, il lancio dovrebbe essere il 14 luglio. 

Nella versione 85, disponibile al momento sia sulle versioni per sviluppatori, introduce alcune novità, la prima ridurrà la lunghezza degli URL, ovvero mostrerà solamente il dominio del sito e non tutto l’indirizzo. L’URL completo sarà visibile passando il mouse sopra la barra degli indirizzi. Nella versione 85 per sviluppatori è comparsa la funzione che citavo poco fa, capace di ridurre nettamente l’utilizzo di RAM da parte di Chrome.

Kiwi browser è l'unico browser mobile in grado di supportare le estensioni, ma la cosa potrebbe durare poco. 

Il browser infatti è Open source, ovvero il codice del browser, e pare che gli sviluppatori stiano sviluppando una nuova versione del browser per un'importante casa. 

Il browser si basa su Chromium stesso motore di ricerca di Chrome, Edge e Opera, ma come abbiamo detto l'unico a supportare le estensioni del Chrome Web Store anche da mobile, questa possibilità è uno dei punti di forza del browser e ben presto arriverà anche su Internet di Samsung. 

L'applicazione del colosso coreano infatti viene sempre meno utilizzata a favore di Chrome, soprattutto dai più smanettoni, quindi Samsung vuole entrare in competizione con Chrome dando la possibilità di utilizzare le estensioni anche da mobile. 

Finalmente dopo alcuni anni vediamo un po' di movimento nell'ambito browser, sia mobile che desktop, vedremo se anche le ben più grosse Google e Microsoft entreranno a gamba tesa in questo modo, permettendo anche ai loro browser di utilizzare le estensioni.

Opera GX, il browser gaming Opera, è stato presentato lo scorso anno all’E3 è ancora in fase ad accesso limitato ma sta introducendo molte novità che potrebbero indurre molti a cambiare il proprio browser. Il browser integrerà direttamente Discord, Messenger, Whatsapp, Telegram e Instagram. Oltra a questo arriverà anche il monitoraggio dei consumi di ogni singola scheda.

ElfioDeGalbia 

Categoria: