Galaxy Note 20 Ultra non ha più segreti

Visite: 54

Galaxy Note 20 Ultra non ha più segreti, come ogni anno stupisce almeno sulla carta. 

Samsung sfortunatamente non si smentisce e decide di portare in Europa Exynos 990 e non Snapdrago 865 che invece sarà supportato nel resto del mondo. Il processore di casa Samsung, come sappiamo, consuma molto di più rispetto al processore di Qualcomm. 

12 GB di RAM con 256 GB 0 512 GB di memoria interna, era comparsa in un rumors la versione 16 GB di RAM con 1TB di memoria interna, sfortunatamente non vedremo questa versione mega pompata. 

Lo schermo come al solito sarà al top, 6,9" Amoled, QHD+ 120 Hz. Non sappiamo se il dispositivo supporterà il 120Hz a risoluzione massima, questa funzione era stata castrata sugli S20  causa dell'eccessivo consumo, ma solitamente i Note hanno consumi minori dovuti all'ottimizzazione nel tempo dei processori. 

Il sistema fotografico viene ridotto rispetto a quelllo di S20 Ultra, troviamo 3 sensori al posto che 4, infatti non sarà presente il sensore ToF. Il sensore principale sarà da 108 Mp, gli altri due sensori sono da 12 Mp, il primo grandangolare e il secondo un teleobiettivo 5x e non più 10x come su S20 Ultra, questo per ridurre i costi, Samsung però ha aumentato la risoluzione del teleobiettivo, non sappiamo se aumenterà anche la grandezza del sensore (se non stai capendo guarda qui). 

Batteria da 4500 mAh ricarica veloce che permetterebbe di caricare la batteria al 50% in 30 minuti (sarà circa 45W), con supporto a ricarica wireless e wireless inversa. Supporto a dual SIM ed espansione di memoria, presente anche la eSIM, ma non la funzionalità tripla SIM, infatti qualora inserissimo la eSIM non funzionerebbe la seconda SIM fisica. Supporto a 5G, Bluetooth 5.0, Wifi 6, USB-C 3.2, GPS dual band, audio stereo power by AKG. 

Arrivano novità software davvero importanti, Samsung DEX finalmente sarà utilizzabile wireless e diventerà ancora più simile ad un PC. Samsung supporterà Microsoft xCloud e sarà ottimizzato per l'utilizzo del servizio di Xbox. La collaborazione con Microsoft renderà la sincronizzazione automatica delle note su Onenote. Chissà se Samsung e Microsoft stiano collaborando per la creazione di un ecosistema tra Android e Windows ancora più spinto? 

S-Pen diminuirà il ritardo a soli 9 millisecondi, alcuni leak parlano di una S-Pen utilizzabile a distanza. 

Il dispositivo dovrebbe essere tra i primi a supportare Nearby Share

Il prezzo sarà superiore ai 1000€, potrebbe partire da 1099. Presentazione il 5 agosto. 

ElfioDeGalbia

Categoria: