Notizie false, la piaga più grande del web

Visite: 30

 

La tecnologia come abbiamo visto la scorsa settimana ha dato un grande contributo alla scienza e viceversa, la tecnologia ha permesso e permette la diffusione di notizie in maniera rapida e veloce permettendo a chiunque di diffondere notizie, sfortunatamente questo ha permesso la diffusione di numerose notizie false. 

Ormai sono diversi anni che la notizie false si stanno diffondendo in maniera sempre più mirata, il web è il suo luogo ideale. 

Il web è un grande mercato, ci sono milioni e milioni di persone che lavorano sul web, tutto il lavoro sul web si basa sulla pubblicità, che si parli di fare pubblicità per la propria azienda o creare un sito che vende spazi pubblicitari che forniscono guadagno per ogni click fatto sul sito. 

Per far effettuare più click sul proprio sito o anche banalmente per far comprare il proprio giornale si utilizzano titoli accattivanti, in modo che un individuo possa essere attratto maggiormente da quel particolare oggetto, qui iniziano a nascere le problematiche, per far sbalordire le persone vengono scritti titoli fuorvianti, che non sempre corrispondono al contenuto dell’articolo in sé. 

Il problema, che era già presente sui giornali, è esploso con l’arrivo del web, l’aumento del numero di testate giornalistiche, di quantità di notizie ha di conseguenza aumentato il numero di articoli e successivamente quello di fake news. 

La cosa peggiora quando si vuole colpire una fascia specifica delle persone, quelle persone che sono scettiche su un argomento e dubbiose di istituzioni, quindi varie testate, meno affidabili, decidono di creare appositi articoli dove si cerca di dare un’offerta a questi utenti, creando vere e proprie disinformazione, creando un vero e proprio mercato che va oltre la scienza, oltre quello che viene riconosciuto normalmente, creando anche veri e propri complotti. 

Questo fenomeno è giunto alle persone soprattutto con l’arrivo dei terrapiattisti, fenomeno che per molto tempo è spopolato sul web. 

Il problema delle fake news è la loro pericolosità, molto spesso possono provocare numerosi problemi per la scienza e per la popolazione che non crede a queste cose, infatti sempre più esiste un collegamento tra le azioni dei singoli individui, molto spesso chi nega la scienza per paura o per volontà di credere in una realtà più semplice, priva di responsabilità, provoca problemi a tutta la società. 

Le fake news nascono molto spesso dal principio di autorità utilizzato prima della rivoluzione scientifica, che dà per vero se detto da uno specifico uomo anche senza dimostrazioni di tipo scientifico. 

Ma il web molto spesso offre gli strumenti per contrastare le fake news permettendo di guardare articoli sullo stessa tema ma di un altro sito, questo permette teoricamente di garantire una migliore ricerca delle informazione vere o veritiere siccome è possibile confrontare numerose testate e aumentando la probabilità di trovare una fonte vera. 

Il web offre molto spesso anche altri tipi di filtri per notizie vere, Twitter ad esempio per i grandi profili (ma prossimamente anche per i piccoli) qualora si tratti di una notizia ritenuta non veritiera mostra un banner che rimanda ad un articolo a riguardo di quella notizia. 

Abbiamo visto numerosi attriti su questi argomenti, soprattutto nel mercato social, numerosi social negano la loro responsabilità sulla diffusione di fake news altri invece hanno iniziato a contrastare questo fenomeno, a guidare questo sono sicuramente Twitter e Google, Elon Musk invece ha proposto la creazione di un’intelligenza artificiale che riconosca le notizie vere scientificamente e le distingua da quelle false. 

La parte problematica di tutte queste proposte è il rischio di violare la libertà di espressione, infatti finché si limita il servizio al proprio social di cui si accettano le regole in fase di registrazione, la cosa può funzionare mentre quando si parla di qualcosa che vada oltre, che contrasti in toto le notizie false la questione si fa ben più complessa anche dal punto di vista etico. 

Vedremo sicuramente molte novità in questo ambito nei prossimi anni, chissà se un giorno i si riuscirà ad eliminare le fake news mantenendo comunque la libertà di espressione, riuscendo a catalogare davvero opinione e cronaca. 

Podcast

Anchor: https://anchor.fm/stoteech/episodes/Fake-news--la-piaga-pi-grande-del-web-egi107

Spotify: https://open.spotify.com/episode/1LP0W4O2OQw3b9qM4yBu1d

Google Podcast: t.ly/mauK

Apple Podcast: 

Categoria: