Google e Apple rendono inutili Immuni e simili.

Visite: 63

Google e Apple rendono inutili Immuni e simili. 

Google ed Apple si sono venute incontro numerose volte negli scorsi mesi per rendere possibile il tracciamento dei contagi nei vari paesi (vedi qui), pare che la collaborazione tra i due colossi stia continuando, rendendo addirittura inutile il download delle applicazioni statali. 

Sicuramente il contact-tracying sarebbe dovuto essere fondamentale nel controllo dei focolai epidemiologici del post lockdown, sfortunatamente per incomprensioni generali, Immuni, l'applicazione italiana, è stata scaricata da 5 milioni di italiani, in più con l'arrivo dei turisti la cosa si è aggrava ulteriormente. 

C'è da sottolineare che i pochi download non sono solo colpa degli utenti ma anche del casino scatenato dalla politica che ha tentato di volere più dati da Apple e Google dopo aver provato a creare il proprio sistema. 

Google e Apple hanno deciso insieme di risolvere il problema dei download dell'app di tracciamento integrando il sistema direttamente nel OS. Apple ieri ha rilasciato la beta di iOS 13.6 che integra proprio questa funzione, ovviamente verrà chiesto all'utente se vorrà disattivare la funzione che per default sarà attiva. 

Le funzioni di Immuni arriveranno direttamente sugli smartphone di tutto il mondo, rendendo il tracciamento molto più capillare. Immuni servirà solamente per comunicare di essere stati contagiati, quindi effettivamente sarà possibile scaricarla solo in un secondo momento. 

Ora bisogna solo sperare che il sistema sanitario stia ai tempi delle applicazioni che molto spesso non vengono rispettati, infatti sono molti i casi in cui gli esiti dei tamponi si sanno dopo 7 giorni, se si ha un buffer di 14 giorni, capiamo bene che si rischia di perdere molti utenti con cui siamo stati a contatto. 

ElfioDeGalbia

Categoria: