Il Belgio accusa Xiaomi, Oppo e OnePlus di spionaggio

Visite: 153

Xiaomi, OPPO e OnePlus spiano: scatta l'allarme dall'Europa - GizChina.it

Il Belgio accusa Xiaomi, Oppo e OnePlus di spionaggio

Dopo che gli USA hanno bandito Huawei e altre aziende americane dal proprio mercato interno, i rapporti che regolano il mercato degli smartphone sono cambiati enormemente. Infatti diverse aziende tech cinesi sono cadute sotto la lente di ingrandimento delle varie agenzie di sicurezza degli stati del mondo, questo per tutelare la privacy dei propri cittadini. 

Ora un'importante accusa arriva dal cuore dell'Europa, infatti il Belgio ha accusato esplicitamente Xiaomi, Oppo e Oneplus di effettuare spionaggio per conto del governo cinese. Queste tre aziende sono cresciute molto negli ultimi anni per via del loro rapporto qualità/prezzo molto vantaggioso. I servizi segreti belgi hanno emesso un avviso di rischio spionaggio proprio verso questi 3 produttori insinuando che il loro rapporto qualità prezzo sia frutto di un finanziamento statale cinese per ampliare le conoscenze del mondo europeo.

La portavoce della Sicurezza di Stato belga Ingrid Van Daele ha affermato che i servizi di intelligence vogliono attirare l’attenzione dei consumatori sulla possibile minaccia di spionaggio rappresentata dalle 3 aziende cinesi, seppur non siano stati rilevati casi specifici, basandosi unicamente sul fatto che secondo il ministro della Giustizia del Belgio, Vincent Van Quickenborne, esiste un’interazione sistematica e profonda tra queste società e lo stato cinese.

Xiaomi ha rilasciato un comunicato stampa: "Xiaomi è un’azienda quotata in borsa e gestita in modo indipendente, fondata da privati cittadini. Operiamo in oltre 110 mercati nel mondo e siamo conformi alle leggi e ai regolamenti locali con standard elevati in materia di sicurezza e protezione della privacy dei dati degli utenti. Abbiamo notato un recente rapporto riguardante il monito da parte della Sicurezza di Stato del Belgio di “potenziale minaccia di spionaggio” da parte dell’azienda. Tale accusa non è basata sui fatti ma su un semplice pregiudizio. Ci impegneremo con il governo e le autorità belghe per verificare questa accusa. Ci riserviamo il diritto di intraprendere ulteriori azioni per evitare danni alla reputazione dell’azienda".
Non vi sono ancora prove certe, ma al momento anche Paesi Bassi e Stati Uniti si sono mossi supportando le preoccupazioni mosse dal Belgio. La preoccupazione dello spionaggi cinese ha portato nell'ultimo anno il governo indiano a rimuovere oltre 50 applicazioni cinesi dagli store. Il governo belga ha quindi sconsigliato l'acquisto di questi dispositivi pur non avendo prove concrete rischiando di mettere a serio pericolo la vita di queste aziende. 

———————————————————————————————————————————-

Trovi fantastiche offerte sui nostri canali dedicati alle migliori offerte shopping!

1️⃣ Canale Tech 🖥

https://t.me/googlehomeitaliachannel

2️⃣ Canale Casa e Hobby 🏠 

https://t.me/OfferteScontiCoupon


✅ Visita il nostro Gruppo Telegram dedicato Google Home & Company 
🌐 https://t.me/googlehome_italia 
Oppure dai uno sguardo al nostro Network ricco di altri gruppi tematici 
🌐 https://t.me/SmartRadarNetwork

ElfioDeGalbia

Categoria: