Huawei prepara il nuovo Play Store cinese

Visite: 58

Dopo il ban da parte degli USA, Huawei non può più usare i servizi di Google, dopo aver presentato un sistema operativo in fase beta, si prepara a lanciare un servizio per scaricare applicazioni fatto davvero bene. 

Huawei ha capito che per tornare a vendere un numero appropriato di dispositivi deve lavorare sull'indipendenza dei proprio dispositivi da Google, proprio per questo ha stipulato un accordo con TomTom per le mappe per i prossimi dispositivi. Ora sembra pronta a creare un nuovo Play Store in collaborazione con altre aziende cinesi. 

Huawei ha già un suo store di applicazioni che però è molto scarno, infatti gli sviluppatori non sono invogliati a caricare applicazioni su uno store che non usa quasi nessuno, così sugli smartphone Huawei senza servizi Google bisogna utilizzare Apk che non sono sempre sicuri e facili da reperire. 

Il colosso cinese ha deciso di stipulare un accordo con altre aziende cinesi come Xiaomi, VIvo e Oppo, non si esclude che lo store possa essere utilizzato da altre aziende minori. L'obbiettivo delle 4 aziende è quello di creare uno store di applicazioni diverso dal Play Store. Xiaomi, Vivo e Oppo avrebbero l'interesse di mettere le mani avanti ed essere più indipendenti da Google e soprattutto dalle scelte del governo USA. 

ElfioDeGalbia

Categoria: