Internet veloce direttamente dallo spazio, Starlink è già realtà

Visite: 51

La diffusione della banda larga via terra sta diventando un problema, alcuni paesi non riescono ad essere raggiunti dalle tecnologie in uso nella maggior parte del territorio quando entra in funzione una nuova tecnologia, sia che si parli di linea mobile che di linea fissa. 

Negli anni alcuni provider internet hanno pensato e ottenuto nuovi metodi di comunicazione indipendenti dal cavo. Oltre alla fibra/adsl, alcune aziende hanno deciso di utilizzare tecnologie FWA, molto simile al 4G ma fornisce prestazione e stabilità migliori, oppure le comunicazioni via satellite. 

Queste tecnologie sono disponibili solo per linea fissa, ma qualcosa sta parlando e stranamente c’è lo zampino di Elon Musk. 

Elon Musk di cui parleremo nel prossimo podcast, è il fondatore di Spacex e CEO di numerose altre aziende, Spacex è un’azienda privata che si occupa di lanci spaziali, e non solo, che negli ultimi anni ha superato la NASA in molti temi spaziali. 

Oltre al progetto per arrivare su Marte Spacex ha lanciato un nuovo progetto che mira a portare la banda larga in tutto il globo, questo avverrà tramite dei satelliti. 

Spacex sta creando una costellazione di satelliti, ovvero lancerà nell’atmosfera molti satelliti che comunicheranno tra loro, e poi a terra in modo da garantire una banda veloce. 

Il sistema avrà dei minisatelliti, ovvero dei satelliti molto piccoli, ma saranno addirittura 12000, proprio per questo l’installazione dei satelliti è la parte più complessa, infatti Spacex è in grado di lanciarne solo 60 alla volta, quindi con un breve calcolo si può capire che serviranno oltre 200 lanci, che sono stati programmati tra il 2018 e il 2025. 

I satelliti saranno posti in un’orbita tra il 1100 e i 1300 km di altezza. 

Uno dei problemi principali riscontrati in fase di progettazione è il possibile scontro tra i satelliti che impedirebbe per un po’ di tempo l’accesso allo spazio, lo scontro fra soli due satelliti porterebbe uno scontro a catena tra molti più satelliti come vediamo accadere in Gravity. Per evitare questo è stato creato un sistema spostamento automatico in caso di problemi, ovvero il satellite se sarà nell’orbita di un altro satellite (anche non di Starlink) riuscirà da solo a cambiare traiettoria. Peccato che non abbia funzionato in uno specifico momento, ovvero un satellite entrato in traiettoria con un satellite ESA non ha cambiato traiettoria, di conseguenza l’agenzia europea è riuscita a cambiare traiettoria. 

L’altro problema era già stato risolto prima che venisse posto il problema all’azienda, ovvero quello dei detriti spaziali, per questo Spacex aveva deciso in fase di progettazione di creare dei satelliti piccoli che sono in grado di distruggersi prima di arrivare a terra e sono in grado di iniziare una fase di rientro prima della fine dell’energia. 

Il sistema comunicherebbe con frequenze comprese tra i 12 e 75 GHz, avranno una latenza abbastanza elevata a causa dell’altezza dell’orbita, al momento attuale con 542 satelliti in orbita, il ping si aggira intorno ai 25 ms, con il passare del tempo questo valore dovrebbe abbassarsi, attualmente numerosi provider di internet via satellite hanno un ping intorno ai 1000 ms. 

I satelliti sono molto piccoli e sono mossi grazie a pannelli solari e al krypton, un gas nobile che fornisce energia per molti anni. 

Dopo i primi lanci sono stati mostrati i problemi principali del sistema, a cui Spacex ha risposto, il problema principale è l’inquinamento luminoso, infatti questi satelliti essendo in un’orbita molto bassa riescono a riflettere il solo e quindi ad essere molto luminosi nella notte, per questo, gli ingegneri di Spacex hanno risolto questo problema creando dei “parasole” ovvero dei particolari sistemi che impediscono di riflettere la luce, sfortunatamente questa tecnologia è stata utilizzata solo negli ultimi 60 satelliti lanciati. 

Podcast

Anchor: https://anchor.fm/stoteech/episodes/Internet-veloce-direttamente-dallo-spazio--Starlink--gi-realt-efaj46

Spotify: https://open.spotify.com/episode/72XT09uIIWQ462XhGNIUOK

Google Podcast: t.ly/mK5t 

Apple Podcast: https://podcasts.apple.com/it/podcast/internet-veloce-direttamente-dallo-spazio-starlink/id1511000435?i=1000477685249

ElfioDeGalbia

Categoria: