Non solo il cuore, un dispositivo potrebbe monitorare anche il respiro

Visite: 862

I wearable stanno diventando sempre più tecnologici e capaci di monitorare la nostra salute H24. 

Gli smartwatch e le smartband diversi anni fa hanno iniziato a monitorare alcuni parametri della salute oltre all'attività fisica, questo sta raggiungendo livelli decisamente alti. 

Siamo partiti con un semplice sensore di battito cardiaco capace di monitorare le pulsazioni h24 e di monitorare il ciclo del sonno, due parametri molto importanti ma non cause di diagnosi precise. 

Negli ultimi anni abbiamo visto l'arrivo del sensore di saturazione di ossigeno nel sangue, ovvero un sensore capace di individuare quanto ossigeno è contenuto nel nostro sangue, insomma un saturimetro da polso che usiamo tutto il giorno, questo sensore se utilizzato tutto il giorno può permettere di individuare patologie come apnee notturne. Lo abbiamo visto sulle ultime smartband Huawei-Honor e lo vedremo probabilmente sul nuovo Apple watch.  

Nel 2018 Apple ha presentato uno smartwatch capace di fare l'elettrocardiogramma, non completo ma in grado di dare un'idea generale sull'andamento cardiaco, riuscendo a individuare problematiche pre infarto e altre patologie cardiache. Proprio su questo pare che Oppo stia lavorando per lanciare un dispositivo capace di effettuare ECG

Quest'anno è stato lanciato il primo smartwatch in grado di misurare addirittura la pressione cardiaca, sfortunatamente non ancora in movimento. 

Questi dispositivi sono in grado di lottare contro le principali patologie cardiache, sono pochi i dispositivi in grado di controllare altri apparati nel nostro corpo. 

Xiaomi ha brevettato una mascherina contro l'inquinamento, molto diffusa in oriente, capace di monitorare il respiro. Questa particolare mascherina sarebbe in grado di monitorare eventuali difficoltà respiratorie probabilmente riuscendo ad analizzare l'ossigeno in entrata ed in uscita. La maschera oltre a comunicare con MiFit e quindi tutto l'ecosistema wearable di Xiaomi, sarebbe dotata di giroscopio e accelerometro che permetterebbero alla maschera di capire se l'affanno del respiro sia dovuto al movimento. 

Questp dispositivo sarebbe in grado di aiutare la lotta contro il COVID-19

ElfioDeGalbia

Categoria: